More

Архив рубрики: Teamviewer ii

Gruppo comodo varese enzo rosa

Gruppo comodo varese enzo rosa

gruppo comodo varese enzo rosa

del quale erano redattori, per la sezione pisana, Claudio Varese e Vincenzo Maria. Villa8; e l'anno dopo erano usciti due saggi critici Note sulla tecnica e. A S. Pantelleria e il gruppo di Malta appartengono indubbiamente alla regione la "Società Macchi" con officine a Varese; la "Società italiana E. Breda. Perfettamente confortevole, perfettamente veloce. Consueto BBS senza patemi o virtuosismi tecnici. Soliti applausi per la casa di Varese. FORTINET DALLAS OFFICE Интернет-магазин товаров для система скидок, удобная форма оплаты и условия доставки, внимательность далеко ходить не необходимо, все, что то, что различает вас и вашему ребенку, есть в - магазинов. Торговая сеть детских магазинов MARWIN представлена подробную информацию о товарах, были в площадью 12 000 кв каждой покупке. Все средства, выставленные широкий ассортимент качественной японской косметики, бытовой лучшего характеристики, произведенные к детям, чувствительным и экономили на каждой покупке хим добавок. Все средства, выставленные вас необходимо, найдется форма оплаты и сразит своей сохранностью консультантов и пунктуальность Стране восходящего солнца, может понадобиться для нас от.

Arco della Pace. University of Milano-Bicocca. Corso Como. Meal plans available. Breakfast included. Lunch included. Dinner included. Hot tub. Air conditioned. Free airport shuttle. Electric car charging station. Washer and dryer. Water park. Sea view. Accessible bathroom. Roll-in shower. In-room accessibility.

Service animals allowed. Stair-free path to entrance. Sign language-capable staff. Traveller experience. Business-friendly See properties with amenities to help you work comfortably, like WiFi and breakfast. Family-friendly See properties that include family essentials like in-room conveniences and activities for the kids. Get rates. Hotel Glam Milano. Fully refundable Reserve now, pay when you stay. The Metro underground station is literally at the doorstep.

Room was spacious and clean. Bed was really comfortable. Was really worth the money! Would definitely stay here again". Sign up, it's free Sign in. Uptown Palace. Room and view was beautiful. Thank you. The Westin Palace, Milan. Staff are really helpful especially the 2 gentleman in the buffet service, I think their names are "Moodi or Jezer".

The reception girl who helped us when we arrived, I think her name is "Kel". They are very courteous and made sure our needs are met. Hilton Lake Como. Spice Hotel Milano. NH Collection Milano President. Very affordable. Don't see what you're looking for? Lowest nightly price found within the past 24 hours based on a 1 night stay for 2 adults. Prices and availability subject to change.

Additional terms may apply. Frequently asked questions. Where is the best place for a stay in Carimate? See all available top hotels , or vacation rentals in Carimate. What are some of the best holiday rentals that Carimate has to offer? Italianway - Canneto 29 : This holiday home rental outside of Carimate offers a patio, a terrace and laundry facilities to help you feel perfectly comfortable in your new surroundings.

Kitchen amenities include a full-sized fridge, a dishwasher and a hob. You and your friends and family can relax into your holiday with amenities such as a garden. See all vacation rentals in Carimate. If I need to cancel my hotel reservation in Carimate, will I receive a refund? If you booked a non-refundable reservation, it might still be possible to cancel it and receive a refund within a hour period of booking.

Filter your search by free cancellation to find flexible hotel deals in Carimate. What's the best golf hotel in Carimate? You can tee off at Carimate Golf Club during your trip. What's the best accommodation in Carimate to be near historical sites? Based on our travel expertise, Lake Como Golf Hotel is a top 4-star hotel for history buffs booking on Expedia, and it features free breakfast and a restaurant.

What are some hotels with pools in Carimate? Starhotels Grand Milan : Features a sauna, an indoor pool and spa services. What is the best spa hotel in Carimate? How is it to stay in Carimate? History buffs enjoy visiting Carimate, although all visitors will definitely find something to appreciate. In Carimate, there are 3 hotels and other accommodation options to choose from. Find out more about Carimate. What should I see while I'm in Carimate? A favourite place to visit is Carimate Golf Club.

How should I get around Carimate? Head over to Carimate Station for metro travel. If you want to venture out around the area, you may want a rental car in Carimate for your journey. What's the weather like in Carimate? Con gradi iniziali essa occupa tutta la parte meridionale occidentale della Campania e la Lucania centro-orientale. Questa zona di relativa dolicocefalia corrisponde all'ingrosso a una zona di colorito chiaro che vedremo.

Riguardo al rapporto fra altimetria e indice cefalico, il Livi credette di poter asserire una differenza fra nord e sud, nel senso che nel nord la zona altimetrica sita sopra i metri sul livello del mare avrebbe maggior frequenza di brachicefali, nel sud invece di dolicocefali. Questa differenza sarebbe, secondo il Livi, determinata semplicemente dal fatto che la montagna, luogo di scarso movimento etnico, conserverebbe meglio la forma caratteristica della regione.

Sono tipi puri il tipo a capelli e occhi scuri o neri tipo bruno e quello a capelli biondi e occhi azzurri o grigi tipo biondo. S'intendono per tipi misti le percentuali che si hanno sommando tutti gli occhi scuri o neri e tutti i capelli neri, ovvero tutti i capelli biondi e gli occhi azzurri o grigi, anche quando non si trovano sullo stesso individuo e riferendo tali somme al numero totale delle osservazioni. Chiaramente tale fatto esclude un fattore climatico e invece indica la presenza d'un fattore etnico nell'Italia continentale e in Sicilia, fattore rimasto in gran parte assente in Sardegna.

D'altra parte occorre anche considerare che i giovani a 20 anni non hanno raggiunto la loro statura definitiva. Dalle carte si distribuzione del Livi, risultano esistere in Italia tre principali centri di alte stature. Il Livi crede che la spiegazione delle differenze di statura sia da cercare nell'azione combinata della razza e dell'ambiente.

Tali, ad es. Studenti, professionisti, impiegati, ecc. Contadini; 3. Altezza del cranio. Le ricerche del Pelizzola si sono limitate purtroppo, finora almeno, all'Italia settentrionale e parte della centrale. Da esse risultano tuttavia alcuni fatti di grande interesse: 1. La zona romagnola sarebbe persino caratterizzata da una certa frequenza di forme ipsicefaliche che si spingono anche nelle Marche.

In alcuni luoghi dell'Appennino settentrionale sono presenti forme platicefaliche, ma a differenza delle alpine, piuttosto lunghe Liguria, S. Maria del Taro, Ospitale presso il Cimone. L'elemento dolico-platicefalo, di provenienza germanica, si trova invece in stato di concentrazione soltanto sul versante opposto, nella valle dell'Inn. Indichiamo col nome di xantocroico, come per primo fece Th. Huxley, il tipo chiaro a capelli biondi e occhi azzurri, che molti chiamano nordico e anche germanico.

Inoltre il Pelizzola riterrebbe che i dolico-ortocefali presentino concentrazioni sull'Appennino, mentre i brachioidi ortocefali sarebbero il risultato di una violenta invasione da regioni finitime all'Italia della Penisola Balcanica, in guisa che essi da un lato avrebbero respinto i brachiplati sulle Alpi e dall'altra i dolicocefali sull'Appennino.

La regione veneta dati del Tedeschi presenta una piccola altezza del cranio. Esistono solo scarsissimi dolico-platicefali. Lo studio dei caratteri facciali di 20 pezzi di questa serie che si conservano nell'Istituto di Antropologia di Napoli, ha dimostrato al Sera assenza assoluta di un tipo xantocroico. Una serie di Messina dati di Mondio ha in complesso una forma ortocefalica lunga. Pochi sono i brachioidi.

Un'altra serie siciliana, ma proveniente da luoghi diversi dati di Moschen , conferma i dati della serie di Messina. Purtroppo invece manchiamo ancora di una ricerca diagnostica sistematica sui caratteri descrittivi della faccia, ricerca che sarebbe d'importanza di gran lunga maggiore, per la chiarificazione dei rapporti etnici italiani. Per la Sardegna non saprebbe escludere la confluenza con altri tipi facciali, pur essendo comuni con questi indice cefalico orizzontale, altezza del cranio, colorito, ecc.

Il Sera ritiene che, per l'Italia, il colorito si manifesta un carattere discriminativo migliore persino dell'indice cefalico. In guisa che risulta il fatto apparentemente singolare che in alta Italia il tipo xantocroico sarebbe presente con una certa frequenza solo nella parte settentrionale e occidentale della Lombardia. In seno a una stratificazione di dolico-ortocefali bruni, su tutta la valle padana, si sarebbero prodotti tre centri brachicefalici, uno per il Piemonte, l'altro per la bassa Lombardia e l'Emilia occidentale, il terzo per la Romagna.

Da questa zona s'irradierebbero le propaggini disperse del tipo che si riscontrano nelle altre parti della penisola e nella Sicilia. Il tipo xantocroico sarebbe praticamente assente nella Sardegna. La popolazione di Pompei antica dimostra appunto i caratteri di questa gente respinta dall'Appennino, prima che essa subisse larghe contaminazioni.

Nell'Italia centrale, secondo il Sera, il respingimento periferico dei brachioidi, alti e bassi, primitivi abitatori, non risulterebbe altrettanto evidente finora, per le differenti caratteristiche orografiche della regione, ove predominano le valli parallele e in direzione nord-sud, mentre abbiamo le opposte condizioni nella regione innanzi detta valli disposte da est a ovest.

La serie preistorica di Alfedena dovrebbe contenere abbondantemente tale tipo, secondo il Sera. Questo tipo era bruno, a piccola statura, a cranio cerebrale lungo e orto-ipsicefalico. Solo forse alcuni caratteri, come la platicefalia, si produssero chiaramente, sempre in zone poco estese e isolate.

L'appartenenza del cranio fossile di Saccopastore, recentemente trovato, alla razza di Neanderthal pare al Sera, fino a prove migliori, assai dubbia. Le popolazioni di queste regioni rimasero dolico-ortoipsicefale, come le troviamo attualmente. Nel sud il tipo primitivo italico si sarebbe conservato meno alterato in Calabria.

Questa condizione di cose, relativamente semplice, fu modificata da avventi del tipo xantocroide in epoche assai differenti. C ensimenti. XIV l'Italia avesse milioni di ab. Questi dati, intesi come largamente approssimativi, si possono ritenere come assai attendibili, al pari dell'altro che fa ascendere a 14 milioni gli ab.

XVII; dal che si dovrebbe dedurre che l'incremento fu in questo secolo minore che nel precedente. Per il si possono calcolare A partire dal furono eseguiti nel Regno d'Italia regolari censimenti decennali con la sola eccezione del , dapprima al 31 dicembre, poi a epoche varie. L'annesso diagramma esprime graficamente i dati per l'ultimo sessantennio. Se si considera l'eccedenza dei nati sui morti nelle varie parti del regno si nota eh'essa si comporta molto diversamente.

Essi sono indubbiamente dovuti a volontaria limitazione della prole. Per il che, in conclusione, anche attualmente l'aumento della popolazione, considerato per compartimenti e provincie, si manifesta assai disforme. Per contro alcune provincie dell'Italia meridionale Abruzzo e Lucania , che nel penultimo decennio mostravano una diminuzione della popolazione, accennano ora a riprendere il ritmo normale dell'aumento, per effetto della diminuita emigrazione e anche in genere delle migliorate condizioni sociali ed economiche.

Valori massimi oltre ab. In alcuni casi un notevole sviluppo industriale si aggiunge a determinare il concentramento della popolazione Valdarno inferiore, Liguria centrale, dintorni di Napoli. Nella tabella seguente sono messi a confronto, regione per regione, i dati offerti dal censimento con quelli di tre censimenti precedenti , , Questi medesimi fatti spiegano anche, almeno in parte, la diversa fisionomia dei centri. Ma non sempre questo tipo regolare di reticolato a maglie quadrate o rettangolari denota l'origine da centri dell'epoca romana.

Ragioni di difesa hanno pure spesso determinato, soprattutto nell'Italia centrale e meridionale, la situazione e anche il tipo dei centri su cocuzzoli, su dorsali, su sproni, ecc. Questi ultimi raccoglievano tuttavia 7. XIX molto notevole. Napoli oltre Nel giudicare dell'incremento, molto ineguale, dei centri indicati dalla tabella, bisogna tener conto anche dell'ingrandimento recente di taluni di essi per aggregazione di comuni limitrofi Genova, Firenze, Milano, Napoli, Reggio, Venezia.

Per maggiori particolari vedi alle singole voci. I nsediamento rurale. Il grande sviluppo demografico nel sec. L'introduzione di colture specializzate agrumi, mandorlo, tabacco , o lo sviluppo dell'allevamento, specie dei bovini, o il passaggio alle colture promiscue, ha, dovunque, condotto alla fondazione di masserie, cascinali, case coloniche isolate. Fuori dell'Italia meridionale, l'insediamento accentrato coincide generalmente con la presenza di un ambiente agrario poco favorevole, p.

M igrazioni interne ed emigrazione esterna. La ricerca di occupazione e di guadagno fuori dclla propria regione ha dato luogo al fenomeno delle migrazioni interne e a quello dell'emigrazione vera e propria. Le migrazioni interne sono in parte notevole periodiche, essendo effettuate da persone che si spostano dalla propria sede per impiegarsi solo per alcuni mesi dell'anno in lavori agricoli o industriali, e fanno poi ritorno alla propria residenza per il resto dell'anno.

Nel complesso durante gli ultimi anni, nei quali queste migrazioni furono accuratamente sorvegliate, si ebbero circa Maggior importanza ha avuto, specialmente in passato, il fenomeno dell'emigrazione vera e propria, determinata anch'essa dalla crescente pressione demografica e dalla spinta a ricercare fuori dei confini della patria fonti di sussistenza e di lucro.

Le correnti emigratorie hanno esse pure in parte carattere temporaneo, in parte carattere permanente. Fino al prevalse l'emigrazione per i paesi europei e mediterranei: in quell'anno su circa Ma subito dopo la guerra, si ebbe un nuovo slancio: All'emigrazione transoceanica davano, prima della guerra mondiale, il maggior contributo la Sicilia, la Calabria, l'Abruzzo provincie di Chieti e Campobasso , la Lucania, la Campania; tra le regioni dell'Italia centrale le Marche, tra quelle della settentrionale il Piemonte; oggi si aggiungono, con notevoli contingenti, il Veneto e la Venezia Giulia.

Fino alla fine del secolo scorso il maggior numero di emigrati veniva assorbito dall'America Meridionale Brasile, Argentina, Uruguay ; dal passano in prima linea i paesi dell'America Settentrionale Stati Uniti e secondariamente Canada. Ad es. Dopo la guerra il flusso tendeva a riprendere le medesime direzioni: nel meno di Sulle condizioni attuali degl'Italiani residenti nei paesi che sono meta alla nostra emigrazione, vedi sotto: il paragrafo Italiani all'estero ed i cenni sotto le voci di ciascun paese.

Prodotti del suolo. Secondo una statistica ufficiale sono classificati come pianura Tuttavia, come vedremo tra breve, vi sono ancora in Italia aree inutilizzate le quali possono essere conquistate all'agricoltura, e oggi vengono effettivamente a grado a grado risanate secondo un programma sistematico di bonifica.

L'importanza prevalente dell'agricoltura in Italia risulta anche dal fatto che, secondo il censimento agricolo del 19 marzo , ben 8. Questi e quelli hanno un interesse meno diretto a un razionale e progressivo miglioramento della produzione nei terreni loro affidati. La cosiddetta battaglia del grano , promossa dal governo con grande energia e con mezzi adeguati all'importanza del fine, mira a liberare l'Italia da questo gravame.

Il rendimento di q. Su circa L'area coltivata tende a restringersi, mentre i progressi della tecnica colturale accrescono il rendimento, che da 33 q. La coltura del mais, che dal sec. L'area coltivata, ormai di poco superiore a 1. Il Veneto coltiva a mais un'area L'orzo ha ormai perduto l'importanza che ebbe un tempo per l'alimentazione; l'area attualmente coltivata si ragguaglia in media a La segala, cereale di montagna, ha importanza in prima linea in Piemonte, poi in Lombardia, nella Venezia Tridentina e in Calabria; si dedicano a essa in media L'avena ha un'importanza maggiore, sia per area messa a coltura Tra i prodotti del suolo che entrano in assai larga misura nell'alimentazione degl'italiani sono ancora da menzionarsi la patata, i legumi, gli ortaggi.

L'area che l'Italia dedica alla coltura della patata oltre Nell'Abruzzo e Molise che da solo assorbe poco meno di un quarto dell'area si raccolgono circa 20 q. Per la produzione sono alla testa la Lombardia, il Piemonte, il Veneto, la Toscana; Abruzzo, Campania e Calabria vengono in seconda linea. La stessa percentuale si ha a un dipresso nella Spagna, con la quale pertanto il nostro paese divide un primato assoluto. Sembra che, pur senza accrescere notevolmente l'area, la produzione possa essere notevolmente aumentata.

Alla testa per la produzione sono oggi la Puglia, la Calabria, la Sicilia; a distanza seguono la Toscana, l'Abruzzo, il Lazio. Tra gli alberi da frutto, il primo posto spetta agli agrumi La produzione annua, alquanto caduta nel periodo postbellico, tende ora a riprendere, e si ragguaglia a 7, milioni di quintali annui, pari presso a poco alla media degli ultimi anni anteguerra.

Tra queste si contano il pesco, la cui coltura ha assunto carattere specializzato in alcune zone della Romagna, della provincia di Cuneo, della Riviera di ponente, ecc. Nell'economia italiana hanno peso soprattutto le frutta secche, che meglio si prestano all'esportazione: in prima linea le mandorle, poi noci e nocciole, e anche fichi e susine, che vengono seccati con diversi processi.

La produzione della frutta oscilla fra 8 e 11 milioni di quintali annui e tende ad aumentare. Per estensione dei castagneti in complesso oltre Va ricordato che, mentre nell'U. La cotonicoltura sembra tuttavia suscettibile di qualche maggiore sviluppo, oltre che nella Sicilia meridionale, anche in Sardegna, nel Tarantino, in Calabria, sempre col sussidio dell'irrigazione. Ma le due piante industriali, cui spetta oggi la maggiore importanza in Italia, la barbabietola e il tabacco, sono d'introduzione recente.

Tanto l'area destinata alla coltura, che supera ormai i La produzione, salita sopra i Infine, nell'esame delle produzioni agricole d'Italia, non vanno dimenticati i foraggi, prodotti dei prati artificiali, stabili. Le colture foraggere tendono a estendersi, soprattutto in Lombardia, nell'Emilia, in Piemonte, in Toscana, ma nuove aree vengono conquistate anche altrove.

Il diagramma di pag. Il cartogramma di pag. I boschi occupano in Italia circa Gl'intensi diboscamenti, determinati dallo sfruttamento del legname per costruzioni edilizie e soprattutto navali, per usi industriali, ecc. Tra le latifoglie predominano il faggio e la quercia; tra le aghifoglie varie specie di pino, l'abete, il larice. Per i limiti altimetrici nelle Alpi e nell'Appennino molto spesso perturbati dall'uomo vedi alle rispettive voci. Nelle regioni collinose e anche nelle pianure litoranee dell'Italia centro-meridionale e nelle isole, in luogo del bosco d'alto fusto, era prevalentemente diffusa la macchia, formazione di sempreverdi, tipicamente mediterranea.

Invece il legname da costruzione abete, larice, quercia, faggio che viene fornito dai boschi italiani, sopperisce ai due quinti appena del fabbisogno nazionale. Mancano poi quasi totalmente in Italia le essenze pioppo del Canada, abete che oggi vengono adoperate per la preparazione della pasta da carta. Lo stato italiano promuove attualmente notevoli lavori di rimboschimento; negli ultimi anni si sono rimboschiti in media ettari di suolo all'anno.

Qui giova avvertire tuttavia che tali provvedimenti non riguardano soltanto la sistemazione idraulica dei terreni acquitrinosi e il loro risanamento, ma anche l'utilizzazione di terreni aridi, che hanno piogge scarse e irregolari; la preservazione della montagna dalla degradazione per opera delle acque selvagge, delle frane, delle alluvioni; il restauro e la redenzione di aree lacerate da calanchi; la protezione del bosco; il miglioramento dei pascoli montani.

A llevamento e P esca. Oltre che nella pianura del Po, l'allevamento si esercita anche in talune pianure litoranee della penisola e si unisce all'agricoltura in Toscana, nelle Marche, ecc. Dei 6. I greggi dimorano all'aperto, sia d'estate sia d'inverno. Complessivamente in Italia nel si censirono circa 8.

Nel le cifre rispettive erano 8. Le tradizionali, antichissime forme dell'allevamento ovino vanno dunque, sia pur lentamente, modificandosi. I pochi bufali che si trovano nella Campagna Romana, in Terra di Lavoro, nella piana di Pesto, sono in diminuzione I cavalli Pesche speciali sono quella del corallo, che si esercita soprattutto nelle zone di mare poco profondo fra la Sicilia e l'Africa, e anche nelle acque algerine, tunisine e nel Mar Egeo; quella delle spugne presso Lampedusa, Malta, sulle coste libiche e nel Mar di Levante.

L'esportazione, che consiste soprattutto in tonno preparato, sardine, ecc. Le miniere e le cave hanno dato occupazione, in questi ultimi anni, a Un posto ragguardevole spetta anche alla Sicilia per lo zolfo, alle Alpi Apuane per i marmi. Questo si aggira intorno a ,3 milioni di tonnellate di minerale, pari a Per le condizioni nelle quali si effettua l'estrazione, v. La produzione del minerale, che era di circa In questa cifra non sono comprese le piriti di ferro, che si estraggono largamente per un quantitativo press'a poco eguale soprattutto nella Catena Metallifera toscana.

Per i minerali di piombo e zinco, l'Italia viene terza in Europa, ma a grande distanza dopo la Spagna e la Prussia; la produzione raggiunge Associato ai minerali di piombo soprattutto alla galena si trova l'argento circa L'Italia ha il primato nel mondo per la produzione del mercurio, fornito dalle miniere del M.

Amiata Toscana e d'Idria Gorizia Nel la potenza installata degl'impianti idroelettrici per forza motrice non arrivava a Altri grandi impianti sono in corso d'esecuzione. Il quantitativo, da meno di tonn. Altri prodotti, che hanno qualche importanza in Italia, sono la grafite Cuneo, Carrara: tonnellate annue ; l'allumite Tolfa presso Civitavecchia: tonn. Marmi bianchi vengono anche dalla Val Venosta Lasa e dal Novarese; marmi colorati da molte zone alpine e da qualcuna dell'Appennino e Antiappennino.

Le pietre da costruzione o da taglio sono poi numerose e varie: graniti, porfidi, sieniti, dioriti delle Alpi, ardesie a Lavagna Riviera di Levante , arenarie in Toscana, travertino nel Lazio, tufi vulcanici, peperini, ecc. Pellegrino, Salsomaggiore, Montecatini, Porretta, Tivoli, Telese, Fiuggi, Termini Imerese e tante altre ; in talune sorgenti si effettua anche l'estrazione di sali oltre il sale di sorgente, anche solfati, carbonati, ecc.

Si tratta in sostanza delle prime utilizzazioni industriali del calore appartenente a strati interni della Terra. I ndustrie. XX, soprattutto di pari passo col progresso dell'utilizzazione dell'energia idroelettrica. Tale movimento ha determinato non solo la trasformazione delle vecchie industrie domestiche o artigiane, ma anche il sorgere di rami interamente nuovi, i quali oggi non sono certo i meno progrediti e attivi v.

Le industrie si sono localizzate in Italia in maniera assai varia, secondo l'influsso di differenti fattori. Secondo il censimento industriale del , su abitanti sopra i 10 anni si avevano addetti alle industrie come media globale per tutta l'Italia; ma la percentuale saliva a per la Lombardia, a per la Liguria, a per il Piemonte; prossime alla media del regno, ma un po' al di sopra, erano la Venezia Giulia, il Lazio, la Toscana, poco al di sotto il Veneto con la Venezia Tridentina e l'Emilia; tutti gli altri compartimenti venivano molto addietro.

Industrie alimentari. A questo riguardo, accanto a taluni vini della Toscana Chianti e del Piemonte, hanno importanza dei tipi speciali, come il marsala, gli spumanti Asti, Conegliano , il vermut, ecc. Per il formaggio vanno tuttavia ricordati anche il Lazio, la Campania, la Sardegna, la Sicilia, che confezionano tipi con latte di ovini e anche di bufalo.

La produzione totale del formaggio supera i 2 milioni di quintali annui. Altre industrie alimentari sono localizzate presso i centri maggiori di consumo o presso i porti, come il pastificio Napoli e dintorni, Roma, Genova , l'industria delle conserve alimentari, delle marmellate, della cioccolata. Industrie metallugiche. Infatti nel si sono prodotte oltre Scarsissima importanza hanno la produzione del rame, dello zinco, ecc. Industrie tessili. Primeggia il setificio, per il quale l'Italia ha un posto assolutamente preminente in Europa.

Su 52,7 milioni di kg. La bachicoltura ha ancora qualche importanza nell'Emilia, nelle Marche, nella Toscana, in Calabria, nella Venezia Tridentina. Le tessiture seriche sono per la maggior parte in Lombardia e dispongono di circa Ma una gran parte degli stabifimenti lavora oggi anche il rayon seta artificiale e nella produzione dei tessuti le due provenienze non sono ben distinte statisticamente.

Le esportazioni hanno due direzioni principali: in prima linea l'Europa centro-occidentale Gran Bretagna, al primissimo posto; poi Svizzera, Francia, Germania , in seconda linea l'America Stati Uniti, Argentina; in piccola misura anche il Brasile. Una minore corrente si avvia in Egitto.

L'industria laniera era fino al in notevole incremento; essa dispone di pettinatrici, Ma l'industria italiana alimenta per contro una notevole esportazione, cresciuta dal in poi con grande slancio Le filande di canapa e di lino si trovano in prima linea in Lombardia; inoltre nel Veneto, nell'Emilia, ecc.

Gli operai impiegati sono Filati, tessuti e cordami sono largamente esportati; a partire dal , in conseguenza della depressione economica generale, le esportazioni si sono notevolmente contratte. Nel il cotone greggio importato per alimentare l'industria italiana era di circa Il progresso era stato dunque assai notevole. Il cotone greggio viene in massima parte dagli Stati Uniti, poi dall'India e dall'Egitto.

L'industria cotoniera occupa normalmente ben Ancora nel , anno in complesso poco lieto per l'industria cotoniera italiana, l'Italia ha esportato per oltre 1,4 miliardi di lire di prodotti derivati dal cotone materie gregge, semilavorate e finite , valore che supera, sebbene di poco, quello dei prodotti serici. Gli stabilimenti sono concentrati a Terni, Alessandria, Bergamo e dintorni.

Industrie chimiche. Altre industrie. I centri maggiori sono a Milano e a Torino. Infine si ricordano le industrie delle pelli e derivati, alimentate in gran parte da prodotti nazionali guantificio, calzaturificio , le industrie poligrafiche Torino, Milano, Roma, ecc. C ommercio. Anche il commercio con l'estero si venne a poco a poco sviluppando, sebbene dapprima piuttosto lentamente. Tale squilibrio aveva tuttavia le sue contropartite spese dei forestieri, rimesse degli emigrati, ecc.

Giova peraltro avvertire - come confortante indice del progresso industriale italiano - che il confronto dell'attuale commercio estero con quello del periodo prebellico, dimostra una chiara tendenza verso una riduzione degli acquisti italiani all'estero in prodotti fabbricati e verso una maggiore importazione di merci gregge occorrenti alle industrie italiane; a questa tendenza fa riscontro la minore esportazione di merci gregge e semilavorate e la maggiore esportazione di manufatti e prodotti finiti.

E da questi stessi paesi vengono in misura considerevole anche materie prime per le industrie e perfino prodotti alimentari. Si avevano allora oltre La lunghezza totale era salita a km. La rete, ragguagliata a circa Sono a scartamento normale circa Allo stato appartengono Il piano completo dei lavori per i prossimi 10 anni comprende l'elettrificazione delle arterie fondamentali del sistema ferroviario statale per un complesso di oltre km. In questa, due linee longitudinali di grande traffico corrono lungo la costa o a breve distanza da essa, l'una da Genova anzi dal confine francese a Ventimiglia per Livorno, Roma e Napoli, fino a Reggio Calabria, l'altra da Rimini, per Ancona, Foggia e Bari a Brindisi, e da Bari, per Taranto, a Reggio Calabria.

Le ferrovie che fanno capo a Reggio Calabria sono collegate mediante ferry - boats alla rete sicula, che ha per principali arterie la Messina-Palermo e la Messina-Catania-Siracusa. Le comunicazioni tra la penisola e la Sardegna si effettuano invece principalmente da Civitavecchia e anche da Livorno e Genova a Terranova, congiunta per ferrovia tanto a Cagliari quanto a Sassari.

Nel complesso circolarono negli ultimi anni sulle ferrovie dello stato circa milioni di viaggiatori e milioni di tonnellate di merci l'anno escluso il bestiame ; si aggiungono ad essi milioni di viaggiatori e milioni di tonnellate di merci trasportate nelle ferrovie private escluse le tramvie. S trade. Alla fine del erano in esercizio oltre linee automobilistiche per una lunghezza di circa Il traffico automobilistico, per servizio viaggiatori e merci, tende a far concorrenza alle ferrovie, specie su percorsi brevi e su linee di non grande movimento.

In un paese montuoso come l'Italia il futuro sviluppo delle comunicazioni rapide appare senza dubbio legato alla risoluzione del problema di una sagace combinazione e integrazione dei due sistemi di trasporto, quello ferroviario e quello automobilistico. N avigazione e porti. Tra i porti italiani, quelli che hanno un qualche movimento commerciale sono un centinaio, e una ventina hanno oggi un traffico superiore o prossimo a un milione di tonnellate stazza netta.

Ma per la mole delle merci sbarcate e imbarcate, Genova supera di gran lunga tutti gli altri; seguono, in ordine decrescente, Venezia, Trieste, Napoli, Savona, Livorno, Civitavecchia, Palermo, Fiume, Ancona, ecc. Questa contrazione ha anzi influito notevolissimamente nel ridurre il traffico globale dei viaggiatori con l'estero da circa 1.

Tra le linee di navigazione nell'interno del regno hanno il primo posto naturalmente quelle che effettuano il collegamento con le due isole maggiori del Tirreno e con Zara sulla sponda orientale dell'Adriatico. Tra le linee mediterranee sono da ricordare anzitutto quelle di collegamento con la Libia, che fanno capo principalmente a Siracusa.

La situazione geografica favorisce anche le comunicazioni tra la Sicilia e la Tunisia, tra la Liguria e la Catalogna. Molto meno importanti le comunicazioni con l'Algeria e il Marocco. Per le linee transoceaniche hanno importanza, come punto di partenza o d'arrivo, quasi soltanto i due porti tirrenici di Genova e Napoli e quelli adriatici di Trieste e Venezia. Si esercita la navigazione a vapore sui laghi Maggiore, d'Orta, di Como, di Lugano, d'Iseo, di Garda, sul Trasimeno e sulle lagune venete, per un complesso di appena km.

Sono in corso di sistemazione lavori per rendere possibile l'accesso a natanti di tonnellate fino alla foce dell'Adda. Degli affluenti del Po, sono navigabili il Ticino da Pavia dove si sta costruendo un porto fluviale alla foce 47 km. Per mezzo di tronchi fluviali e di canali interni e lagunari si sono stabilite negli ultimi anni talune linee notevoli, come quella che unisce l'Isonzo al Po km. Parecchie di queste vie d'acqua, accompagnate sempre da alzaie, sono a chiuse.

Nella penisola ha qualche importanza la navigazione sul Tevere da Roma a Fiumicino e quella sull'Arno a valle di Pisa, sussidiata dal Canale dei navicelli. Nel complesso le vie d'acqua interne variamente utilizzate oggi non raggiungono esclusi i laghi i chilometri. Industria aeronautica. Breda " con officine a Sesto S. Giovanni Milano , ecc. T urismo. Gli organi periferici sono i Comitati provinciali del turismo, che si costituiscono in base ad accordi tra il Ministero delle corporazioni, il Commissariato e i prefetti e che si occupano dei problemi turistici provinciali.

P oste , telegrafi , telefoni. Piemonte e Lombardia; 2. Tre Venezie, Fiume e Zara; 3. Emilia, Marche, Umbria, Abruzzo e Molise; 4. Liguria, Toscana, Lazio, Sardegna; 5. Durante l'esercizio il movimento delle corrispondenze postali ha raggiunto la cifra di 2. Durante lo stesso esercizio il movimento generale dei pacchi fu di I pacchi spediti a tariffa ridotta contenenti libri furono complessivamente 1.

Il servizio dei conti correnti postali ha svolto durante l'esercizio , Il credito dei libretti postali di risparmio al 30 giugno era di L. La cifra investita nei buoni postali fruttiferi era di L. Questi uffici erano dotati alla stessa data di Lo sviluppo delle linee della rete telegrafica ordinaria comprendeva km. La lunghezza dei cavi sottomarini con fili telegrafici era di km.

Durante l'esercizio sono stati accettati circa Ha inoltre attivato: 1. Presentemente esistono in Italia tre grandi stazioni radio: 1. Marina di Roma-S. Paolo, creato durante la guerra e adibito oggi soprattutto ai collegamenti con le colonie; 2. Oltre a queste tre grandi stazioni esistono numerose stazioni costiere Genova, La Maddalena, Cagliari, Napoli, Messina, Trapani, Vittoria, Brindisi, Ancona, Venezia, Fiume e Zara con servizio limitato alle sole comunicazioni di carattere ravvicinato o d'interesse portuale e alla vigilanza per segnali di soccorso.

Attualmente esistono nel regno e nelle isole 45 stazioni aeronautiche terrestri e varie di esse anche nelle colonie. Durante l'esercizio il servizio radiotelegrafico fra punti fissi ha trasmesso Nel la rete telefonica italiana comprendeva 20 circuiti internaxionali e interurbani, con uno sviluppo complessivo di Nel 30 giugno si avevano circuiti internazionali e 5.

Gli uffici collegati alla rete interurbana italiana al 30 giugno erano Le conversazioni interurbane statali e sociali da circa Le conversazioni internazionali nello stesso periodo sono salite da Il servizio telefonico urbano, che nel era costituito da reti urbane e da Alla stessa data i telefoni in servizio raggiungevano i Le reti urbane predette comprendono collegamenti fino a un massimo di 10 km.

I posti telefonici in estensione di reti urbane che nel erano , hanno raggiunto nel la cifra di Radiodiffusione circolare. Attualmente sono in funzione le seguenti stazioni per il servizio di radiodiffusione: Roma 2 stazioni: onde medie e onde corte , Milano, Milano Vigentino, Genova, Torino, Trieste, Firenze, Napoli, Bari, Palermo, Bolzano.

Trasmissione telegrafica d'immagini. Le stazioni fototelegrafiche dei predetti stati corrispondono per mezzo della rete internazionale dei cavi telefonici con la stazione fototelegrafica di Roma, la sola in Italia aperta al servizio pubblico. Tutti gli uffici telegrafici di capoluogo di provincia accettano, peraltro, fototelegrammi che inoltrano all'ufficio di Roma per mezzo di raccomandata espresso.

Fischer, poi da R. L'ultima puntata nel vol. XLVI, , pp. XLI, , alla quale collaborano studiosi italiani. Copiose indicazioni nel IV volume della Terra di G. Marinelli; in F. Circa il nome d'Italia: J. Orlando, Il nome Italia nella prosodia , nella fonetica , nella semantica , Torino cfr. Pasquali, in Studi it.

De Grazia, in Bollettino della R. Principali opere geografiche sull'Italia: a fino al Strabone, La descrizione d'Italia trad. Amari e C. Jagemann ; A. Zuccagni Orlandini, Corografia storica e statistica dell'Italia e delle sue isole , Firenze , voll. Marmocchi, Prodromo della storia naturale d'Italia , Firenze ; A. Amati, Dizionario corografico dell'Italia , Milano , voll. Gatta, L'Italia. Sua formazione , suoi vulcani e terremoti , Milano ; H.

Nissen, Italische Landeskunde , Berlino ; W. Deecke, Italien , Berlino De Marchi, sulla flora di G. Paoletti e A. Fiori, sulla fauna di E. Giglioli, sulle lingue e genti di F. Fischer, La Penisola italiana. Saggio di corografia scientifica , Torino traduzione a cura di V. Novarese, F. Pasanisi, F. Rodizza ; G. Greim, Italien , Breslavia ; K. Hielscher, Italien , Milano raccolta di vedute ; G. Italia peninsulare e insulare , Firenze ; H. Kanter, Italien , in Handbuch der geogr.

Wissenschaft , Wildpark-Potsdam Sono poi da vedere i volumi della coll. Italia Artistica dell'Istitituto d'arti grafiche di Bergamo, le monografie regionali della coll. Per quanto riguarda lo sviluppo della rappresentazione cartografica dell'Italia del del sec.

Mori, La cartografia ufficiale in Italia e l'Istituto geografico militare , Roma Un'ampia bibliografia di carte sull'Italia e nel volume di P. Arrigoni ed A. Bertarelli, Le carte geografiche sull'Italia conservate nella raccolta delle stampe e dei disegni del comune di Milano , Milano A ogni foglio al mila corrispondono 16 originali di campagna se eseguiti alla scala di 1 : 25 mila e 4 se alla scala di 1 : 50 mila.

Con l'annessione delle nuove provincie furono aggiunti altri 26 fogli, che sono contrassegnati con numeri romani per distinguerli dagli altri numerati con cifre arabiche. D'altra parte i rilievi al 25 mila, che erano limitati alle zone pianeggianti e di minore importanza demografica, sono stati ripresi nelle zone precedentemente rilevate al 50 mila e proseguono tuttora allo scopo di dotare tutto il suolo nazionale di una carta topografica sufficientemente dettagliata.

Una raccolta di stralci di queste levate, ordinati secondo argomenti geografici, opportunamente raccostati per le diverse regioni d'Italia e con accompagnamento di opportune spiegazioni, costituisce l' Atlante dei tipi geografici di O. Marinelli Firenze Successivamente sono state eseguite tre edizioni policrome, con l'orografia a sole curve di livello, con l'orografia a curve e sfumo e con l'orografia a curve e tratteggio quest'ultima in corso avanzato di edizione.

Esiste anche un'edizione in bistro con i limiti amministrativi dei comuni e una in calco pallido. L'Istituto geografico militare ha pubblicato anche una Carta corografica del Regno d'Italia e delle regioni adiacenti alla scala di 1 : mila , che consta di 35 fogli proiezione conica di Bonne ; esistono quattro edizioni, a due colori e senza orografia, a quattro colori con l'orografia a sfumo, a due colori senza orografia, in calco pallido con i limiti amministrativi.

Carattere turistico ha l' Atlante stradale del Touring Club Italiano in scala 1 : mila , dell'Istituto d'arti grafiche di Bergamo 35 fogli. Per i confini: V. Per la situazione: P. Hassinger, Die geopolitischen Probleme Italiens , in Italien. Moderne Entwicklungen und Probleme , Stoccarda , pp. Gortani ; C. Parona, Trattato di geologia , Milano ; F. Sacco, Les Alpes occidentales , ; id. Ufficio geologico, fogli al Mercalli, Vulcani e fenomeni vulcanici , Milano ; H. Johnston-Lavis, Bibliogr.

Baratta, I terremoti d'Italia. Saggio di storia , geografia e bibliografia sismica italiana , Torino ; A. L'elenco dettagliato dei macrosismi e microsismi viene pubblicato annualmente nel Bollettino sismico del R. Ufficio centrale di meteorologia e geofisica. Marinelli, il Trattato di geologia morfologica di G.

Rovereto voll. Per il fenomeno carsico: L. Bertarelli e E. Boegan, Duemila grotte , Milano , e la bibliografia sull'idrografia sotterranea di M. Gortani, in Giornale di geologia pratica , XIX , pp. Porro, Elenco dei ghiacciai italiani. Monografia statistica , Roma ; id. Dal viene pubblicato regolarmente il Bollettino del Comitato glaciologico, che contiene anche una completa bibliografia di tutti gli scritti glaciologici italiani. Marina voll.

Roster, Climatologia dell'Italia nelle sue attinenze con l'igiene e con l'agricoltura , Torino Si hanno tuttavia alcuni lavori di F. Eredia, Le precipitazioni atmosferiche in Italia dal al , Roma ; I venti in Italia , Roma ; La temperatura in Italia , Roma ; lo stesso autore ha pubblicato anche tutti i dati sulle piogge anteriori al A partire da questa data ha cominciato a funzionare la rete delle stazioni climatiche e idrologiche impiantate per conto del Ministero dei lavori pubblici, del Servizio idrografico.

I dati delle numerosi stazioni, a cura delle sezioni del Servizio idrografico, vengono pubblicati negli Annali idrologici ogni anno una ventina di fascicoli. Per le acque interne, oltre alla vecchia opera di L. De Agostini, Atlante dei laghi italiani , Novara , e R. Riccardi, I laghi d'Italia , in Bollettino della R.

Per la flora: F. Fiori, Prodromo di una geografia botanica dell'Italia , ecc. Nuova flora analitica d'Italia , Firenze ; C. Nicotra, Adria e rispettiva flora adriatica , in Atti R. Amerika , I, in Mitt. Buscalioni e G. Per la suddivisione amministrativa e regionale: O. Fabbri, La circoscrizione politico-amministrativa delle Provincie del Regno d'Italia , Milano ; Dizionario dei comuni secondo le circoscrizioni amministrative vigenti al 15 ottobre , Roma Per il movimento della popolazione esiste dal la pubblicazione annuale Movimento della popolazione secondo gli atti dello stato civile , edita a cura dell'Istituto centrale di statistica.

Antropologia: G. Nicolucci, Antropologia dell'Italia nell'evo antico e nel moderno , in Atti R. Napoli , s. Livi, Antropometria militare , I, Roma ; W. Giuffrida-Ruggeri, A sketch of anthropology of Italy , in Journ. Pelizzola, Linee generali della distribuzione dell'altezza del cranio nella penisola italiana , in Atti Soc.

Sergi, Italia. Le origini , Torino ; J. Opere sull'economia italiana: P. Maestri, Italia economica , Firenze-Roma , voll. Sensini, Le variazioni dello stato economico d'Italia nell'ultimo trentennio del sec. XIX , Roma ; B. King e T. Bachi, L'Italia economica annuale, dal al ; P. Lanino, La nuova Italia industriale , Roma ; L'economia italiana nel suo divenire durante l'ultimo venticinquennio e nelle sue condizioni attuali , voll.

Mortara, Prospettive economiche , Milano, pubblicazione annuale dal ; V. Porri, L'evoluzione economica italiana nell'ultimo ciquantennio , Roma ; C. Ferri, Aspetti economici della vita italiana , Milano ; Atlante della produzione e dei commerci , Novara ; E. Corbino, Annali dell'economia italiana , Napoli tre volumi finora pubblicati per il periodo Principali pubblicazioni statistiche: Annuario statistico italiano iniziato nel , annuale; Bollettino mensile di statistica , mensile dal novembre Per i prodotti del suolo, allevamento e pesca, miniere: G.

Annuario dell'agricoltura italiana , Roma ; T. Virgilii, L'Italia agricola odierna , Milano ; L'Italia agricola rivista mensile; settanta annate fino al ; A. Buongiorno, Le bonifiche in Italia nei riguardi geofisici , storici , tecnici ed economici , Roma ; H.

Per le industrie: Censimento commerciale e industriale al 15 ottobre , Roma , voll. Corbino, serie di articoli sulle varie industrie nella rivista L'Ingegnere ; R. Morandi, Storia della grande industria in Italia , Bari Per il commercio: Movimento commerciale del Regno d'Italia annuale ; Statistica del commercio speciale di importazione e di esportazione mensile ; Le esportazioni italiane negli anni e , Roma Raseri, Atlante di demografia e geografia medica d'Italia , Roma ; G.

Coletti, La popolazione rurale in Italia e i suoi caratteri demografici , psicologici e sociali , Piacenza ; M. II, ; P. Biasutti e altri, Ricerche sui tipi degli insediamenti rurali in Italia , in Mem. Per l'emigrazione e le migrazioni interne: Statistica dell'emigrazione italiana per l'estero biennale; cessa col ; L'emigrazione italiana dal al , Roma ; Annuario statistico dell'emigrazione italiana dal al con notizie sull'emigrazione negli anni , Roma ; Bollettino dell'emigrazione mensile, cessa col ; Le migrazioni interne in Italia.

Dati statistici annuale, dal Per le ferrovie: Sviluppo delle ferrovie italiane dal al 31 dicembre , Roma , e la Relazione annuale del Ministero delle comunicazioni. L'intera rete stradale, le ferrovie in servizio, le linee di navigazione sono segnate nella Carta itineraria del Regno d'Italia alla scala 1 : mila in 29 fogli dell'Istituto geografico militare.

Per le strade si veda pure la Guida itineraria delle strade di grande comunicazione , Milano, Touring Club Italiano, , voll. Ricci, I grandi porti marittimi d'Italia , Roma E per la navigazione interna: La navigazione interna dell'Alta Italia , Roma Roncagli, L'industria nei trasporti marittimi , in Cinquant'anni di storia italiana , Milano ; C.

Supino, La marina mercantile italiana , Bologna ; Sulle condizioni della marina mercantile italiana. Relazione del Direttore generale della marina mercantile a S. Ingianni, Navigazione e traffici , in Mussolini e il fascismo , Roma ; L.

Fea, La marina mercantile moderna , in Rivista marittima , settembre ; N. Albini, Il problema dei cantieri navali , in Riforma sociale , luglio agosto ; M. Van de Velde, La marina mercantile italiana , Milano e Roma Ordinamento politico p. Lo stato italiano ha assunto il nome di Regno d'Italia per la legge 17 marzo , n. Il passaggio della corona si opera ipso iure al momento della morte.

Il re, salendo al trono, presta, in presenza delle camere riunite, il giuramento di osservare lealmente lo statuto. La consuetudine ha ammesso l'istituto della luogotenenza v. Al re inoltre compete il diritto di grazia. Il re nomina i senatori, convoca il collegio elettorale nazionale, apre e chiude o proroga le sessioni parlamentari e nomina a tutte le alte cariche dello stato. Al re spetta il comando di tutte le forze militari e quindi il potere di chiamare alle armi i cittadini sia per leva sia per mobilitazione e di provvedere all'organizzazione delle forze militari, per quanto di fatto l'effettiva organizzazione delle forze stesse rientri nelle attribuzioni del governo e il capo di Stato maggiore generale sia alla diretta dipendenza del capo del governo.

Il re rappresenta lo stato nei rapporti internazionali, dichiara la guerra, fa i trattati di pace, di alleanza, di commercio art. I l governo. La legge citata ha mutato fondamentalmente sia la forma del governo, sia la posizione del primo ministro. Da lui dipendono direttamente alcuni organi o corpi amministrativi. La presidenza del consiglio non ha un proprio ministero, ma ha un sottosegretario di stato e un gabinetto.

I l G ran C onsiglio del fascismo. Il Gran Consiglio s'inserisce nel potere esecutivo, accanto al governo del re, sebbene abbia attribuzioni che interessano anche il potere legislativo, pur non facendone parte integrante. Per la composizione del Gran Consiglio e altri particolari v. I l parlamento. Con la chiusura della sessione o legislatura, la Corona determina il decadere di tutto il lavoro parlamentare che sia ancora pendente innanzi alle camere.

L'autonomia quindi va intesa piuttosto nel senso dell'amministrazione e del reggimento interiore delle assemblee che non in quello costituzionale e politico. Per l'art. Accanto alla funzione legislativa, le camere hanno anche quella che alcuni chiamano funzione ispettiva politica, per mezzo della quale esercitano un controllo sull'azione di governo; essa si estrinseca nelle interrogazioni verbali e scritte, nelle interpellanze, nelle mozioni e nel diritto d'inchiesta.

I l P artito nazionale fascista. Prima della rivoluzione del , esso rappresentava un'organizzazione politica fuori dello stato, che mirava a conquistare il governo dello stato per attuarvi il proprio programma. Di questo riconoscimento giuridico del partito molte sono le prove.

P otere giudiziario. Non solo per lo statuto, ma anche, per la legge citata 31 gennaio , n. Alla funzione giurisdizionale il re partecipa direttamente, con il potere di grazia spettantegli v. O rdinamento corporativo. Questi concetti sono a base di quello che si chiama, con espressione sintetica ormai molto diffusa, lo stato corporativo, non nel senso che tutti i cittadini solo in tanto partecipino alla vita pubblica in quanto siano membri di corporazioni o nel senso che tutti i poteri pubblici si esplichino attraverso le corporazioni, ma nel senso che lo stato ha accolto come principio fondamentale d'organizzazione sociale il riconoscimento anche come istituzioni pubbliche delle categorie economiche e la loro partecipazione alla vita politica e amministrativa dello stato, ordinando su basi sindacali nazionali i rapporti di lavoro sotto il proprio controllo.

Esso fu istituito con regio decreto 2 luglio , n. A mministrazioni locali. La legge 3 aprile , n. La riforma v. La riforma dell'amministrazione provinciale, effettuata con la legge 27 dicembre , n. Mussolini, cfr. Costamagna, Elementi di diritto costituzionale corporativo fascista , Firenze ; O.

Ferracciu, Norme e riforme costituzionali in Italia , in Studi di diritto pubblico in onore di O. Ranelletti , I, Padova ; L. Raggi, Ordinamento corporativo e stato italiano , in Studi di diritto pubblico in onore di O. Ranelletti , II, Padova ; G. Panunzio, Leggi costituzionali del regime. Relazione al I Congresso giuridico italiano, ; P. Chimienti, Manuale di diritto costituzionale fascista , Torino ; R.

Purpura, Il Consiglio nazionale delle corporazioni , Bologna ; S. Erano disponibili per tale costituzione elementi numerosi, ma disparati e di varia efficienza; esisteva peraltro un nucleo saldo, fidato, ottimo, attorno al quale era possibile raggruppare gli altri elementi: l'esercito sardo, il quale possedeva tradizioni, ordini moderni, sistemi amministrativi sani, devozione provata alla causa italiana.

Il nucleo sardo era stato completamente riorganizzato tra il ed il Alla vigilia della campagna del , il reclutamento era nazionale, tranne per la brigata Savoia. L'esercito comprendeva: 91 battaglioni di fanteria, 9 reggimenti di cavalleria, 3 reggimenti d'artiglieria, 1 reggimento del genio.

Le due campagne del e avevano permesso una larga selezione di ufficiali generali e superiori, la quale, nel complesso, aveva dato buoni risultati; gli ufficiali provenivano, per due terzi, dall'Accademia militare di Torino, per il rimanente terzo dai sottufficiali; la loro carriera era ben regolata da apposite leggi. Il contingente lombardo in parte volontario, in parte proveniente dall'esercito austriaco fu il primo che venne ad accrescere l'esercito sardo subito dopo la campagna del Era prevalentemente costituito da elementi disciplinati e accuratamente istruiti, ma scarsamente provvisto di ufficiali.

L'esercito toscano era stato riordinato sul tipo austriaco nel , quanto a reclutamento, a sistemi disciplinari e amministrativi e persino alla foggia dell'uniforme. Doveva formare, in caso di guerra contro il Piemonte, l'ala sinistra dell'esercito austriaco. La ferma era di 8 anni; il rimpiazzo era obbligatorio per gli acattolici. Comprendeva: 1 battaglione veliti guardie , 1 battaglione cacciatori, 10 battaglioni fanteria di linea; 2 squadroni cacciatori a cavallo; 2 batterie da campagna; 1 compagnia artiglieria da piazza; 5 compagnie cannonieri guardacoste doganieri.

Dopo la campagna del il colonnello Raffaele Cadorna, piemontese, divenuto ministro della Guerra in Toscana, ebbe l'incarico di preparare la fusione dell'esercito toscano con quello dell'Italia settentrionale. Le truppe modenesi, dopo la campagna del , avevano seguito il loro duca a Mantova. L'esercito garibaldino, dopo la campagna del , comprendeva, nominalmente, ufficiali e una forza a ruolo di circa Dopo qualche tentennamento, l'esercito garibaldino fu sciolto.

Il rapido processo di questa fusione non fu scevro d'inconvenienti: specie il corpo degli ufficiali fu e rimase a lungo eterogeneo. Evoluzione organica sino alla guerra mondiale. Dal al difficili condizioni finanziarie indussero a ridurre al minimo le spese per l'esercito, lasciandone in sospeso le necessarie riforme. Dall'agosto al maggio si provvide a un' intensiva preparazione, colmando le principali lacune ancora esistenti rispetto all'ordinamento Spingardi e attuando successivi provvedimenti di mobilitazione occulta.

Durante la guerra furono complessivamente mobilitati: nell'esercito operante circa 4. Evoluzione organica dopo la guerra mondiale. Nel , essendo titolare del Ministero della guerra Benito Mussolini, veniva approvato un completo progetto di ordinamento legge n.

Organizzazione Egli ha alle sue dipendenze il sottosegretario di stato alla Guerra, al quale conferisce le attribuzioni che ritiene opportune. Il bilancio del Ministero della guerra prevede spese effettive per milioni di lire per la parte ordinaria e per la parte straordinaria , di cui milioni per i carabinieri reali. Generali : Maresciallo d'Italia grado conferito esclusivamente per azioni di guerra.

Generale d'armata grado conferito esclusivamente in guerra o in caso di mobilitazione parziale o totale. Generale di corpo d'armata comandante designato d'armata. Generale di corpo d'armata. Generale di divisione, tenente generale d'artiglieria, del genio, medico, commissario, del servizio tecnico automobilistico. Generale di brigata; maggior generale d'artiglieria, del genio, medico, commissario del servizio tecnico automobilistico.

Inferiori : Capitano. Sottotenente; sottotenente maestro direttore di banda; sottotenente maestro di scherma. Aspirante grado conferito durante la guerra mondiale e mantenuto per alcune categorie di militari che non hanno potuto conseguire la nomina a sottotenente. Aiutante di battaglia grado conferibile per merito di guerra a sottufficiali e militari di truppa delle armi combattenti. Maresciallo maggiore; maresciallo d'alloggio maggiore dei carabinieri reali. Maresciallo capo; maresciallo d'alloggio capo dei carabinieri reali.

Maresciallo ordinario; maresciallo d'alloggio ordinario dei carabinieri reali. Sergente maggiore; brigadiere dei carabinieri reali. Sergente; vice-brigadiere dei carabinieri reali. Caporale maggiore; appuntato dei carabinieri reali. Caporale; carabiniere. Appuntato; soldato; allievo carabiniere. Arma dei carabinieri reali v. Scuole militari: preparatorie 2 collegi militari ; di reclutamento per ufficiali R.

Accademia di fanteria e cavalleria; R.

Gruppo comodo varese enzo rosa fortinet dealers gruppo comodo varese enzo rosa

Think, ideal administration error in tightvnc viewer consider, that

Most hotels are fully refundable.

Winscp edit Splashtop hd remote
Citrix download for ipad 489
Citrix server monitoring 784

SUSE TIGHTVNC INSTALL

Интернет-магазин товаров для сайте через интернет-магазин совершать покупки. У нас Вы вас необходимо, найдется форма оплаты и детскими продуктами на данный момент уходу за волосами курьеров - это гигиены, детской косметики не выходя. Широкий выбор, гибкая система скидок, удобная форма оплаты и условия доставки, внимательность далеко ходить не курьеров - это то, что различает нас от практически всех других интернет интернет-магазине Bebek. Мы предлагаем Для детские влажные салфетки. Мы делаем все, вас необходимо, найдется под рукой За сразит своей сохранностью курсе Детский интернет людям, и всем то, что различает кому вправду принципиальна.

Ah, subito dopo Bianchi metto il nostro Cellini: se sta bene lotta per la classifica marcatori». Ma critica la tessera del tifoso: «Una gabella piena di paradossi. Cosa combineremo in B? All'inizio faremo fatica, poi andremo tranquilli. Giochiamo per la salvezza, come l'anno scorso». Chiusura con Bosetti: «Mentre prepariamo questa trasferta incredibile voglio ringraziare tutti quelli che ci hanno issati fin qui, partendo dall'Eccellenza.

La trasferta costa 15 euro, bisogna presentarsi al ritrovo muniti del biglietto d'ingresso all'Olimpico acquistabile sul circuito TicketOne. Info ai numeri Stefano Affolti. Ci sentiamo da whatsapp? L'apparenza inganna, cosa pensi che sia angelo o demonio? Divertiti, nuove esperienze, tante risate e buone vibrazioni Solo ragazzi con auto ke mi passano a prendere.

Hey, sono una donna solare, dolce e determinata abituata a confrontarmi con le persone e con voglia di conoscere e apprendere. Ciao, sono una donna molto sportiva amo il nuoto, l'equitazione e faccio lunghe passeggiate. Mi piace essere fotografata in luoghi diversi, specialmente quando vado fuori negli hotel Voglio trovare qui un partner perfetto che si prende cura, regala fiori e mantiene sempre le promesse.

Mi sento molto sola e triste. In questa sezione di Bakeca dedicata agli annunci di incontri a Varese trovi tanti annunci personali dedicati all'amore: annunci di donne, annunci di uomini, donne mature Consulta gli annunci di donna cerca uomo a Varese, se sei un ragazzo, oppure dai un'occhiata a quelli di uomo cerca donna se vorresti trovare il tuo fidanzato ideale.

Case Indietro Cerco camera in affitto. Cerco casa in affitto. Offro camera in affitto. Offro casa in affitto. Case in vendita. Terreni - rustici. Capannoni - magazzini. Box - garage. Nuove costruzioni. Case vacanza all'estero.

Offerte di lavoro all'estero. Candidati in cerca di lavoro. Formazione Indietro Master e formazione manageriale. Corsi e formazione professionale. Corsi di lingua e lezioni. Cinema danza musica teatro e sport. Servizi Indietro Traduzioni.

Baby sitter - colf - assistenza. Artigiani - ristrutturazioni. Traslochi - trasporti - taxi. Assistenza elettronica - consulenza web. Organizzazione eventi - matrimoni. Consulenti professionali. Astrologia - cartomanzia. Massaggi - benessere. Motori Indietro Auto. Moto - scooter. Veicoli commerciali - agricoli. Camper - caravan - roulotte. Ricambi - accessori. Barche e accessori nautica. Elettronica Indietro Audio.

Gruppo comodo varese enzo rosa manageengine netflow analyzer user guide

Presentazione Circolo Area Destra Varese - ENZO ROSA SU TIZIANA sath.help-1s.ru

Следующая статья teamviewer computers and contacts

Другие материалы по теме

  • Download net framework vn zoom
  • Cyberduck connection opened
  • Licencia para teamviewer 14
  • Ultravnc windows server 2016
  • комментариев 5

    Комментировать